Tutela del credito: debitore di € 2.250.000,00 vende immobili per sottrarre al creditore la garanzia del credito con la complicità del terzo-acquirente, consapevole del pregiudizio arrecato al creditore.

La Suprema Corte di Cassazione accoglie le tesi del creditore e:
– rigetta il ricorso del terzo-acquirente;
– dichiara inammissibile il motivo di ricorso – fondato sul vizio motivazionale – per violazione del principio della c.detta doppia conforme;
– dichiara inammissibile il motivo di ricorso – fondato sul vizio di violazione di legge – per violazione del giudicato interno sulla posteriorità della vendita rispetto al credito;
– conferma la fondatezza dell’azione revocatoria ordinaria esperita dal creditore.

Leggi ordinanza

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

© 2015-2018 Studio legale Liguori & Liguori | P.IVA 08818721212

logo-footer

Seguici: