Difesa del medico: paziente sottoposta ad intervento chirurgico di mastoplastica additiva bilaterale con impianto di protesi PIP (Poly Implant Prothèse) con successivo sfiancamento delle protesi e comparsa di linfonodi che, campionati, hanno mostrato una linfopatia da silicone. Non sono responsabili: – né il chirurgo plastico per l’intervento chirurgico di mastoplastica additiva bilaterale con impianto di…

Responsabilità del chirurgo e dell’ortopedico: liquidati € 56.840,00 per una I.P. iatrogena del 13% con personalizzazione massima del risarcimento. Paziente affetta da rizoartrosi alla mano destra sottoposta ad intervento chirurgico di trapeziectomia con sospensione sec. Welby. E’ responsabile il chirurgo ortopedico per aver erroneamente: – asportato chirurgicamente il trapezoide destro anziché il trapezio destro; –…

Responsabilità medica e sanitaria e competenza per territorio: la Suprema Corte di Cassazione accoglie le tesi ed il ricorso del danneggiato e: – afferma che l’eccezione di incompetenza per territorio, in presenza dell’astratta applicabilità alla controversia di più fori concorrenti – come, nelle cause relative a diritti di obbligazione, quelli di cui agli artt. 18,…

Responsabilità del medico di Pronto Soccorso: liquidati € 5.084,63 per una I.P. iatrogena differenziale del 2,5%. Paziente affetto da ferita lacero contusa con perdita di sostanza interfalangea terzo dito mano destra. E’ responsabile il medico di Pronto Soccorso che: – omette la corretta diagnosi di lesione del tendine estensore del terzo dito mano destra; –…

Responsabilità del cardiochirurgo: liquidati € 187.347,94 per una I.P. iatrogena differenziale del 10% con personalizzazione del risarcimento. La Corte di Appello: – accoglie le tesi e l’appello del danneggiato; – liquida al danneggiato il danno non patrimoniale mediante il criterio correttivo di risarcimento del danno differenziale che va compiuto non sul grado di invalidità permanente…

Trasfusione di sangue infetto: liquidati € 673.194,00 per una I.P. iatrogena differenziale del 30% con perdita di chance di guarigione. Il Tribunale accoglie le tesi della paziente trasfusa e ritiene che: – l’ASL è tenuta a documentare la regolare provenienza del sangue adoperato per le trasfusioni di sangue; – l’assenza della relativa documentazione costituisce argomento…

© 2015-2018 Studio legale Liguori & Liguori | P.IVA 08818721212

logo-footer

Seguici: