Suicidio del paziente ricoverato: risarcimento del danno di € 86.031,93 alla moglie della vittima.

Il Tribunale:
– accoglie le tesi e la domanda della danneggiata;
– rigetta le tesi della struttura sanitaria;
– ritiene che la struttura sanitaria è responsabile del suicidio del paziente per aver:
► sottostimato la condizione psicocognitiva del paziente;
► ignorato la consulenza psichiatrica in cui era indicato che il paziente aveva anamnesi di autolesionismo;
► ignorato la scheda farmacologica che era suggestiva di una condizione neurologico-psichica compromessa;
► tenuto una gestione del paziente negligente per i profili di sorveglianza;
– liquida alla moglie della vittima il danno non patrimoniale da perdita del rapporto parentale.

Leggi ordinanza

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

© 2015-2018 Studio legale Liguori & Liguori | P.IVA 08818721212

logo-footer

Seguici: