Responsabilità per illecito endofamiliare

Il genitore che si sottrae ai doveri di assistenza familiare, sia in caso di mancato riconoscimento del figlio sia a seguito di separazione e divorzio, deve risarcire il danno al figlio ed all’eventuale altro genitore che abbia adempiuto da solo a tali obblighi.

Privare il figlio di un’importante figura di riferimento per la sua crescita, sottrarsi volontariamente, gravemente e reiteratamente agli obblighi derivanti dal rapporto di filiazione e, di conseguenza, costringere l’altro genitore ad accollarsi univocamente tali obblighi di mantenimento ed assistenza, rappresenta un vero e proprio illecito civile.

Secondo la legge, infatti, entrambi i genitori hanno l’obbligo di mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio (c.detto principio di corresponsabilità) e, per converso, il figlio ha diritto ad avere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori, di ricevere da entrambi assistenza morale, cura, istruzione ed educazione e di conservare rapporti con i parenti di ciascun ramo genitoriale (c.detto diritto alla bigenitorialità).

Il danno da illecito endofamiliare può essere fatto valere anche contro gli eredi del genitore responsabile.

Lo Studio Legale Liguori & Liguori offre con successo consulenza, assistenza e difesa su tutto il territorio nazionale alle vittime di illeciti endofamiliari ed ai loro congiunti al fine di far valere i loro legittimi diritti orientandoli ed indirizzandoli nella selva di norme e orientamenti giurisprudenziali.