Responsabilità per sinistri stradali e nautici

I rischi connessi alla circolazione stradale e alla navigazione sono noti a tutti.

I danni riportati dalle vittime di tale circolazione o navigazione (proprietari, conducenti, trasportati, pedoni, bagnanti), vuoi a cose, vuoi a persona, talvolta sono lievi, talvolta sono gravissimi e devastanti non solo per la vittima ma per l’intera compagine familiare.

Il danneggiato da tale circolazione o navigazione ha diritto ad ottenere il risarcimento del danno.
In caso di gravi menomazioni della vittima anche i suoi familiari hanno diritto ad ottenere il risarcimento del danno.

In caso di decesso della vittima i suoi familiari hanno diritto ad ottenere il risarcimento del danno per le lesioni ed il decesso del congiunto.

La materia in Italia è regolamentata dal Codice delle Assicurazioni private (D.lgs. 7/9/2005 n. 209) che, al suo interno, prevede e disciplina numerose azioni dirette che le vittime possono esperire nei confronti vuoi delle imprese di assicurazione, vuoi delle imprese gestionarie o debitrici.

Tra le varie azioni che le vittime possono esperire si segnalano quelle nei confronti:
– dell’impresa di assicurazione della R.C. obbligatoria del veicolo o natante danneggiante per i sinistri verificatisi sul territorio nazionale;
– dell’impresa di assicurazione del veicolo a bordo del quale il danneggiato era trasportato per i sinistri verificatisi sul territorio nazionale;
– dell’impresa di assicurazione del veicolo danneggiato per i sinistri verificatisi sul territorio nazionale tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per la R.C., dal quale siano derivati danni ai veicoli coinvolti (e alle cose del proprietario o del conducente) o lesioni alla persona del conducente non responsabile la cui entità sia contenuta nei limiti del 9% di invalidità permanente;
– dell’UCI per i sinistri verificatisi sul territorio nazionale e provocati da veicolo o natante estero;
– dell’impresa di assicurazione straniera o dell’impresa di assicurazione mandataria dell’impresa di assicurazione straniera o della S.p.A. Consap per i sinistri verificatisi in uno Stato membro diverso da quello di residenza del danneggiato e provocati da veicolo o natante che sia assicurato e stazioni abitualmente in uno Stato membro;
– dell’impresa designata per i sinistri verificatisi sul territorio nazionale e provocati:
> da veicolo o natante non identificato;
> da veicolo o natante non coperto da assicurazione;
> da veicolo o natante che risulti assicurato presso un’impresa di assicurazione che al momento del sinistro si trovi in stato di liquidazione coatta o vi venga posta successivamente;
> da veicolo posto in circolazione contro la volontà del proprietario, dell’usufruttuario, dell’acquirente con patto di riservato dominio o del locatario in caso di locazione finanziaria;
> da veicolo che sia stato spedito nel territorio nazionale da uno Stato membro e sia privo di assicurazione;
> da veicolo estero con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo.

Lo Studio legale Liguori & Liguori offre con successo consulenza, assistenza e difesa su tutto il territorio nazionale alle vittime della circolazione stradale e della navigazione per sinistri verificatisi sia in Italia che all’estero ed ai loro congiunti al fine di far valere i loro legittimi diritti orientandoli ed indirizzandoli nella selva di norme e orientamenti giurisprudenziali.