Responsabilità del medico di Pronto Soccorso: liquidati € 5.084,63 per una I.P. iatrogena differenziale del 2,5%.

Paziente affetto da ferita lacero contusa con perdita di sostanza interfalangea terzo dito mano destra.

E’ responsabile il medico di Pronto Soccorso che:
– omette la corretta diagnosi di lesione del tendine estensore del terzo dito mano destra;
– tratta e cura la sola ferita lacero contusa;
– provoca un ritardo diagnostico colpevole di circa due settimane che, a sua volta, comporta una maggiore invasività del successivo intervento chirurgico riparatore praticato ed un esito non totalmente satisfattivo

Liquidate anche le spese di consulenza tecnica di parte redatta ante iudicium.

Leggi sentenza

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

© 2015-2018 Studio legale Liguori & Liguori | P.IVA 08818721212

logo-footer

Seguici: